L’ esasperante, contraddittoria, spaventosa ma straordinariamente bella e entusiasmante capitale di Cuba: L’Avana.

Sul un taxi rosso a L'Avana

Quando sono atterrata per le prima volta a L’Avana non ho avuto una buonissima impressione…A dirla tutta mi sono decisamente spaventata😅! L’impatto con la città, almeno per me, non è stato dei migliori per vari e diversi motivi.

Una confusione assurda, una disorganizzazione fuori da ogni possibilità di pensiero, un sacco di Cubani fastidiosi che per rimorchiare tirano bacetti e fischiano manco fossimo cani😒, sporcizia e immondizia (con puzza annessa😣) in quasi tutte le strade del centro, clacson continui, macchine che pur di non fermarsi ti investono, un caldo bestiale che rende difficile respirare e Cubani in ogni angolo che ti pressano per un taxi. Insomma, troppa roba da gestire, soprattutto per chi non è mai stato in un paese del terzo mondo!

Spiaggia Miramar nei pressi de L'Avana
Playa Miramar, nei pressi de L’Avana

La mia sosta, infatti, é durata poco più di 2 giorni di cui uno passato in spiaggia 😅.
Prima di andarmene, però, mi ero ripromessa di tornare e visitare con calma questa capitale e, soprattutto, di ammirarla senza pregiudizi. Così ho fatto e, onestamente, consiglio a tutti di seguire il mio esempio.

Non è un paese facile Cuba e spesso è incomprensibile! Per questo vi suggerisco caldamente di visitare prima le altre piccole cittadine, e terminare il vostro viaggio nella capitale🇨🇺giusto il tempo di capire, passo dopo passo, come funzionano le cose in questa parte meravigliosa di mondo.

La piazza più antica de L'avana: Plaza de las armas
Plaza de Las Armas, la più antica de L’ Avana

Ho dormito 5 notti a L’ Avana proprio per darmi il tempo di fare quello che ho scritto sopra. Ho fatto benissimo e, se devo essere onesta, non ho cambiato opinione! L’ Avana mi “spaventa” ancora e per alcuni versi la trovo insopportabile! Tuttavia, ho arricchito il mio giudizio su questa città con altri punti di vista e, questa volta, positivi.

Quel che mi ha colpito di più de L’ Avana

Sono uscita dal mio ostello (L’Avana è l’unica città di Cuba che ha ostelli)  e sono andata diretta al bellissimo Parque Central, che già dal nome vi fa capire tutto.💃

Lo splendido Parque Central de L'Avana
Parque Central, la piazza principale de L’Avana

Lì ho preso il classico bus turistico a due piani e, grazie a questo, ho avuto subito una visione d’insieme del posto. Cavolo che belle piazze, che begli edifici,che belle chiese e soprattutto che spettacolo il Malecòn! Vedere la città da quel bus mi ha praticamente aperto gli occhi su questo luogo facendomelo apprezzare  😊
Infatti, ho capito che L’Avana non è poi così difficile come credevo!

Il centro si divide in tre zone principali :

Du passi ne L''Avana Vieja
Plaza San Francesco de Asis, L’Avana Vieja

L’Avana Vieja (gioielli architettonici e cuore della città);

Due Passi per L'Avana centro
Una delle strade de L’Avana Centro

L’Avana Centro (zona più affollata della città, fatiscente ma bella);

La gigantesca Plaza de la Revoluciòn a Vedado a L' Avana
Plaza de la Revolucion, Vedado, L’Avana 2017

Vedado (parte ricca con verdi zone residenziali).

Il trucco per non spaventarsi troppo é il seguente: aprite la mente, respirate, liberatevi da preconcetti e lasciatevi lentamente sedurre da ognuna delle zone che ho elencato sopra. Sarà bellissimo, ve lo posso assicurare 😊

Quel che a L’Avana non si può fare a meno di amare

Ma c’é stato qualcosa che fin dal primo giorno non ho potuto fare a meno di amare qui a L’Avana. Qualcosa che ti rapisce il cuore incredibilmente e ti fa legare a questa città in maniera viscerale: il  Malecòn (lungomare).

Pescatori nello splendido Malecòn de L'Avana
Pescatori su Malecon, L’Avana

Otto meravigliosi chilometri dove si posso ammirare pescatori, amanti che si scambiano promesse e un panorama notevole!

Bere una birra al Malecòn al calare del sole è, forse, la cosa che mi mancherà di più di Cuba. Se decidete di venire a Cuba bevete anche voi una birra al tramonto (o magari del buon Rum) sull’incredibile Malecòn, e godetevi la luce che si mischia e sparisce tra i palazzi, il verde circostante e il mare. E aspettate le 21:00 visto che ci siete 😅! Per sentire un cannone sparare che sta ad indicare la fine della giornata. In più, se avete voglia, fatevi due chiacchiere con i giovani Cubani mentre vi godete il tramonto. Vi chiederanno di descrivere il freddo, la neve, di quanto gli piacerebbe sciare, di quanto è bella Roma o Parigi, di quanto costa viaggiare e così via… Vi spezzerà un po’ il cuore, perché realizzerete quanto sia ingiusto che alcune persone non possano fare cose che noi facciamo normalmente, ma regalerete dei bei momenti a persone a cui, per vari e diversi motivi, non è concesso uscire dall’isola. Fatelo! Farà bene a voi e a loro😊

Relax al tramonto su Malecòn de L'Avana
Io sul Malecòn al calare del sole, L’Aavana 2017

Come vi Avevo accennato L’Avana era l’ultima sosta di questo mio incredibile viaggio durato 40 giorni.
Non è questa la sede in cui parlarvi di cosa mi ha insegnato questa esperienza, lo farò nel prossimo articolo 😊 Per ora posso solo dirvi che porterò sempre con me ricordi intensissimi, sia dei posti, sia delle tantissime persone che ho conosciuto durante il tragitto.

Inoltre, posso dire di essere fiera di me stessa😁 perché sono riuscita a fare questo viaggio da sola e in un’isola difficilissima. Sono stata brava!
Ma anche di questo vi parlerò nel prossimo articolo 😊
Nel frattempo, la mia voglia di viaggiare da sola non é assolutamente passata! Non vi accenno nulla, ma sappiate che sto pensando al mio prossimo viaggio.
Ci sentiamo presto e grazie veramente di 💖 per avermi seguito in questa meravigliosa avventura.

 

P.S: ah, se grazie a questo mio diario state pensando a un viaggetto a Cuba non perdetevi questo articolo in cui troverete ottimi consigli per vivervi al meglio un viaggio in questa splendida isola!

7 Risposte a “L’ esasperante, contraddittoria, spaventosa ma straordinariamente bella e entusiasmante capitale di Cuba: L’Avana.”

  1. Costanza Ognibeni dice: Rispondi

    …e sono arrivata all’ultima pagina! Che dire cara Serena? Complimenti!! Per il viaggio da sola senz’altro… ma ancor di più per la costanza e la determinazione con cui hai portato avanti il tuo proposito di condividere questa esperienza con tutti noi che ti leggevamo da qui! Brava… e anche grazie!!! 🙂 Sappi che quando andrò a Cuba lo userò come mini guida! 😉
    Ti abbraccio forte…continua così!!! 😀

  2. Grazie Costanza! leggere quello che hai scritto mi commuove seriamente e mi rende anche molto felice.
    Spero che ti possa essere utile come guida e, soprattutto, sono a tua disposizione per qualsiasi altro suggerimento 🙂 Grazie di cuore e ovviamente cercherò sempre di migliorarmi :*

  3. Ho letto la tua biografia prima di leggere questo spazio all’interno di un grande viaggio . Già dalle foto, dal tuo sorriso, traspare una persona meravigliosa!
    Questo articolo l’ho letto poi con una luce diversa, cercando di immaginare la persona che lo stava vivendo…e mi ha fatto sorridere!
    I miei complimenti a te!

    1. Ma ciao! Non sai che piacere leggere questo commento. Mi sono venute le lacrime di commozione! Sono molto felice di averti fatto sorridere, in fondo è una delle cose che provo a fare! Grazie davvero, un commento che mi riempie di gioia!

  4. Leggere le tue parole mi ha emozionato e mi ha catapultato all’Avana, Cuba è nella mia lista da un pò!!

    1. Ma grazie! Riuscire nel catapultarti nella splendida Cuba mi fa super piacere! un’ isola magica che consiglio a tutti. Forse uno dei posti piú belli del mondo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: