Curiosità interessanti su L’Avana, capitale di Cuba

curisoità su l'avana cuba

Viviamo in un momento storico in cui siamo, purtroppo, impossibilitatati a viaggiare. Credetemi, è una cosa che davvero mi spezza anima e cuore. Vorrei seriamente scrivervi che provare a proiettarsi su un aereo grazie alle immagini, ai video e alle parole, sia straordinario tanto quanto esplorare il mondo per davvero. Ma mi dispiace, non me la sento di dirvelo. Credo che possa essere interessante farlo, ma non penso che tutto questo possa sopperire il vuoto che avvertiamo dentro in quanto viaggiatori. Allora ho pensato di fare la seguente cosa: voglio ripercorrere insieme a voi ogni viaggio che ho raccontato su questo blog, ma in chiave diversa: ho deciso di parlarvi di tutte le curiosità interessanti sui vari posti che ho visitato, partendo da L’Avana, capitale della meravigliosa Cuba.

caraibi architettura

Curiosità interessanti su L’Avana

Cuba è stato il mio primo viaggio in solitaria (extraeuropeo) e uno dei motivi per cui ho deciso di aprire I Frattempi Della Mia Vita. Questa premessa è per farvi capire che quest’isola ha un posto di eccellenza nel mio cuore.

Ed stata proprio L’Avana la città che mi ha dato il benvenuta ai Caraibi e, nonostante inizialmente mi avesse spaventata, piano piano questa è riuscita a farsi amare come pochi altri posti al mondo. I motivi sono tantissimi, ma credo che queste curiosità su L’Avana che sto per raccontarvi possano racchiudere in maniera sintetica tutte le ragioni di questo mio ripensamento.

La Musica de L’Avana

La musica cubana è uno di quei fattori che mi ha spinta a scegliere Cuba come primo viaggio da sola. Ma a L’Avana, in particolare, ho scoperto ancora di più il significato e il potere che le note hanno per questo popolo:

musica cuba l'avana curiosità
  • El Guajirito: un piccolo ristorante che propone concerti dal vivo nel quartiere centrale de L’Avana. Qui è possibile vivere a 360° lo spirito festoso dei Buena Vista Social Club, un gruppetto di musicisti scovato tra le vie della città dal chitarrista Ry Cooder, e che realizzò un disco che vendette milioni di copie, partendo anche per un tour che fece il tutto esaurito e vinse un Grammy. Da quel momento diventarono una quasi leggenda della musica cubana;
  • Calle Obispo: via principale delle shopping situata nel quartiere Habana Vieja. Durante la notte questa strada regala il suo spettacolo migliore. Quando cala il sole, infatti, questo posto si trasforma in una sala concerti collettiva e, con un po’ di fortuna, ci si può anche imbattere in musicisti famosi;
  • Callejón de Hamel: un’altra bellissima via a cui si accede percorrendo il famigerato Malecón. Una passeggiata dai mille colori, murales e altarini della Santeria dove a ogni angolo si sente risuonare la rumba, un insieme di danze scatenate e percussioni rituali legate alle religioni sincretiche di origine africana;
  • Jazz Café: un localino posto all’ultimo piano di un centro commerciale in cui è possibile ascoltare il jazz cubano. Un genere abbastanza differente rispetto a quello che siamo abituati a sentire in Europa, grazie alle influenze africane che comprendono tamburi a clessidra, maracas e legnetti;
  • Fábrica de Arte Cubano: un insieme di ambienti interattivi in cui potersi imbattere in lezioni di tango, vibranti DJ set, mostre d’arte d’avanguardia, prove di un coro, documentari sulla musica cubana o addirittura in una jam session notturna.

Le tradizioni de L’Avana

Non solo musica tra le curiosità su L’Avana che vale la pena sapere, ci sono anche le tradizioni di Cuba che sono assolutamente interessanti. Pensate che in tutta l’isola vengono svolti circa 370 eventi l’anno, ma ora vediamo quelli più belli della capitale cubana:

carnevale dei caraibi
  • Il Carnevale a L’Avana: la festa che in assoluto piace di più ai cubani e che esprime in maniera completa lo spirito sempre allegro di questa popolazione caraibica. Quello de L’Avana si tiene tra luglio e agosto ed è una celebrazione all’insegna dei costumi tradizionali, carri, sfilate e, ovviamente, musica;
  • Las Charanga de Bejuca: va in scena tra il 16 e il 25 dicembre ed è svolta in onore dell’inizio dell’estate di Cuba. Durante la celebrazione si balla il changui, una musica e una danza popolare delle feste contadine della provincia di Guantanamo.

La Bellezza architettonica de L’Avana

Sono tanti e diversi gli stili architettonici che si susseguono a L’Avana e che la rendono bellissima. Per molto tempo, infatti, è stata definita come  la Parigi delle Antille grazie alla sua architettura che spazia dal coloniale allo spagnolesco, dal barocco al neoclassico, fino al liberty. Inoltre, L’ Havana Vieja è stata decretata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità con oltre 900 monumenti. Passeggiarci è, dunque, un estremo piacere e le prossime curiosità su L’Avana di Cuba confermeranno quanto appena detto:

curiosità su l'avana cuba centro storico
  • Castello de la Real Fuerza: è la prima fortezza costruita a Cuba e la seconda per antichità in America;
  • Giraldilla: è il nome attribuito a una bandiera segnavento che si trova sulla torre del Castello de la Real Fuerza. È simbolo della città e anche emblema di una leggendaria storia d’amore;
  • Tunnel della Bahía: è il prodotto d’ingegneria maggiore del xx° secolo, è considerato una delle grandi opere dell’umanità per l’epoca e il sistema utilizzato per la sua realizzazione ha rivoluzionato il mondo;
  • Convento di San Francesco di Assisi: possiede una torre di circa 25 metri ed è la più alta ottenuta a Cuba nell’epoca coloniale;
  • Casa dei Conti Jaruco: è l’edificio più lussuoso della Plaza Vieja;
  • Stazione Centrale Ferroviaria: dall’architettura eclettica piena di balconi, finestroni e con 77 finestre.

I Profumi de L’Avana

Pare una bugia detta così, visto che a L’Havana Vieja gli odori sono tutti fuorché piacevoli, ma tra le curiosità di Cuba e in particolare de L’Avana c’è anche la sua lunga storia di produzione di profumi con spezie naturali, estratti da fiori, frutti e foglie;

profumi di cuba curiosità
  • Habana 1791: il museo del profumo e che si trova nella strada più elegante della zona vecchia della capitale cubana. Gli arredi sono ancora quelli originali della profumeria dei primi del Novecento. I profumi sono artigianali, fatti a mano, preparati sul momento da maestri profumieri con i metodi tradizionali dell’isola;
  • Zenzero a giglio bianco: meglio conosciuto come Mariposa e fiore simbolo dell’isola. Il suo è un odore particolarmente intenso, aromatico e difficile da dimenticare.

I Drink nati a L’Avana

Grazie alla sua estate praticamente perenne, all’allegria contagiante e allo spirito festoso che contraddistingue i cubani, a L’Avana, capitale di Cuba, sono nati un paio di buonissimi drink su cui sto per svelarvi alcune curiosità:

cosa bere a cuba
  • Cuba Libre: sono tante le versioni che tentano di spiegare la nascita della bevanda a base di rum, ma la più accreditata sostiene che fu inventato per festeggiare l’indipendenza di Cuba dalla Spagna, ottenuta con l’aiuto degli Stati Uniti. Un barman cubano mescolò la Coca Cola (americana) al rum cubano, per unire simbolicamente le due nazioni. Fu proprio in quel momento che un soldato propose un brindisi per la nuova Cuba liberata: Cuba Libre;
  • Mojito: anche in questo caso ci sono molte storie che cercano di raccontare la nascita del dink. La più credibile fa riferimento al pirata Francis Drake, che giunse nel 1536 a Cuba per saccheggiare L’Avana. Fu lui a creare una versione del cocktail a base di aguardiente, un antenato del rum, unito a lime, zucchero di canna e yerba buona, cioè un tipo di menta che cresceva solo a Cuba.

Insomma, sono davvero tante le curiosità su Cuba, ma per ora ho voluto raccogliere solo quelle relative a L’Avana. E se volete un consiglio, dopo aver fatto un giro nell’incredibile centro storico della città, fate un salto a La Bodeguita del Medio, dove anche il vecchio Ernest Hemingway faceva sosta per rigenerarsi, gustandosi un originale Mojito cubano.

Alla Prossima:*

Foto da Pixabay

2 risposte a “Curiosità interessanti su L’Avana, capitale di Cuba”

  1. Una città affascinante nella quale vale sicuramente la pena passare qualche giorno. La musica è davvero ovunque ed è riuscita persino a far ballare me…che sono davvero un tronco.

    1. Ciao Anna,

      ti capisco! In questo posto ho ballato salsa anche io che la odio! Ma se si va a Cuba bisogna assolutamente farlo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: