Geyser in Islanda: dove vedere questo spettacolo incredibile

dove vedere i geyser in islanda

Uno spettacolo davvero assurdo da vedere in Islanda è quello che avviene grazie ai geyser. Un’esplosione di acqua bollente che schizza con forza verso l’alto fino a toccare il cielo. Uno di quei miracoli della natura che ti spiazza completamente e che ti lascia sospirare un interminabile e incredulo”ooooohhhhh“. Un evento che proverò a raccontarvi con tutta l’adrenalina che ho avvertito lembo dopo lembo sulla mia pelle, ma che purtroppo (o per fortuna), non potrà mai essere all’altezza di questo fenomeno meraviglioso di Madre Terra quando ve lo ritroverete davanti.

Cosa sono i geyser e perché sono da vedere

Prima di dirvi dove si trovano precisamente i geyser in Islanda voglio farvi una breve introduzione su cosa sono effettivamente. Poche parole utili che ve li faranno guardare con ancor più amabile incredulità. Nei fatti sono sorgenti d’acqua bollente che eruttano a intervalli di tempo (e dico davvero) regolari, creando colonne di acqua calda e vapore alte fino a 50-60 metri. Fenomeni piuttosto rari e legati zone con una forte presenza vulcanica, come del resto lo è l’Islanda a tal punto da essere soprannominata la “Terra del ghiaccio e del fuoco”.

cosa sono i geyser e dove si trovano in islanda
@Unsplash

Dove andare per vedere i geyser in Islanda

Partiamo dal presupposto che non c’è un unico luogo dove andare per vedere i geyser in Islanda. Sono situati in diverse zone e, purtroppo, vi parlerò solo di quella in cui sono andata io e che, sicuramente, è la più comoda se avete di intenzione di visitare, o avete già visitato, la straordinaria (e imperdibile) cascata Gullfoss.

Circolo d’Oro d’Islanda (Geysir-Gullfoss-Thingvellir) 

Lo spettacolo davvero adrenalinico dei geyser lo potrete ammirare recandovi nella Valle di Haukadalur nel pieno circolo d’oro islandese. Un’area geotermale nel sud-ovest dell’isola attiva da oltre 10.000 anni, e patria incontrastata di geyser, solfatare e fumarole. Un angolo piuttosto singolare di quest’isola del nord e facilmente raggiungibile con circa 90 minuti di macchina partendo da Reykjavík. Èd proprio qui ad Haukadalur che si trovano i due geyser più famosi d’Islanda e, probabilmente, del mondo: Geysir e Strokkur. Due crateri, a poca distanza l’uno dall’altro, e immersi in un paesaggio surreale dove sembra di essere stati catapultati in una realtà alternativa. Certo, l’odore non è dei migliori visto il retrogusto di uovo marcio dovuto allo zolfo, ma lo spettacolo è di quelli che ti fanno salire lo stomaco in gola. Inoltre, l’accesso all’area è completamente gratuito. 

Strokkur

Quasi sicuramente (a meno che non sarete particolarmente fortunati) l’onore di ammirare questa torri d’acqua sinuose ve lo darà Strokkur. Un geyser che erutta con una certa regolarità ogni 8 minuti. Puntuale, come un orologio svizzero, farà innalzare con tutta la vigorosità possibile litri e litri di acqua caldissima verso il cielo azzurro. Inoltre, grazie alla frequenza con cui esplode, questo consentirà infinite possibilità di scattare foto e video magnifici, senza il rischio di perdersi l’avvenimento.

Strokkur islanda dove si trova
@Unsplash

Geysir

A circa 400 metri da Strokkur c’è Geysir, il vero e proprio geyser d’Islanda (ma anche del mondo). Innanzi tutto perché è il più antico mai scoperto in Europa, ma anche perché il termine “geyser” deriva proprio dal suo nome. Sfortunatamente oggigiorno il Grande Geysir è piuttosto dormiente e assistere alle sue eruzioni è diventato un evento più unico che raro. Tuttavia, quando era ancora nel pieno della sua attività, lanciava nel cielo getti d’acqua bollente alti oltre 60 metri.

geysir come arrivare
@Unsplash

Non posso nascondervi che dopo aver visto questo spettacolo in tv, internet, cinema e così via, uno dei miei desideri era vederlo dal vivo. Ero convinta di essere pronta, ma nei fatti mi sbagliavo completamente. Vedere un gesyer eruttare, e in un contesto come può essere la straordinaria Islanda, è un esperienza incredibilmente entusiasmante. Io e miei ragazzi eravamo lì a fare il conto alla rovescia e ogni volta era come se fosse la prima. Ogni boato, ogni dirompenza, ogni colonna d’acqua era diversa dall’altra e regalava atmosfere assolutamente nuove. Il silenzio poi, che si mischia alla tensione dell’attesa, rende tutto ancor più magico. Mi auguro davvero di poter tornare presto in questi luoghi d’Islanda dove tra geyser e altre meraviglie non si può fare altro che essere felici.

geyser vicino a Reykjavík in islanda
@Unsplash

Alla prossima :*

Foto di copertina @Unsplash

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: