Una giornata alle Mole di Narni tra spettacolo e pericolo

colori delle mole di Narni

Ultimo aggiornamento Ottobre 2020

In Umbria esiste un vero e proprio spettacolo naturale che lascia a dir poco sbalorditi: le Mole di Narni. Il cuore verde d’Italia è, non a caso, una regione davvero straordinaria e che riesce a farmi innamorare ogni volta in cui ci metto piede. Anche se, onestamente, non mi aspettavo di trovare un po’ di Caraibi a pochi minuti di distanza da casa mia. E invece, dopo pochi chilometri, io e i miei amici siamo stati catapultati in un paradiso incredibile. Un luogo magico, a ingresso libero, accessibile anche per gli animali e non troppo affollato pur essendo pienissima stagione. Volete capire meglio di cosa sto parlando? Proseguite la lettura!

Immaginatevi natura selvaggia allo stato puro e subito dopo proiettate il vostro pensiero verso acque con sfumature turchesi e verde smeraldo. Lo avete fatto? Bene! ora guardate la foto qua sotto perché le vostre fantasie stanno per diventare realtà.

colori meravigliosi della natura mole di narni
I colori delle mole di Narni

Cosa sono e come arrivare alle Mole di Narni

Le Mole di Narni sono delle piscine naturali (nei fatti è una sola) create dal fiume Nera. Un’incantevole pozza d’acqua dove gli alberi si specchiano e in cui intravedere un numero infinto di rocce sui fondali. Da pochi anni, inoltre, la zona è anche stata attrezzata di solarium. Infatti, sono state costruite pedane in cui potersi tranquillamente fermare a prendere il sole. Tutto questo in un angolo di Umbria che rimanda un po’ ai paesi tropicali.

rilassarsi al sole alle mole di narni
Prendere il sole alle Mole di Narni

Azzardo un paragone con el Nicho di Cuba vicino Cienfuegos. Sì, forse è un po’ esagerata questa comparazione, ma vi assicuro che la sensazione appena ho visto i colori di questo posto e la sua vegetazione verde smeraldo, è stata la stessa avvertita in quel paradiso terrestre cubano. Anche per la temperatura dell’acqua, dal momento che essendo quella di un fiume rimane piuttosto gelida, ovvero tra i 10° e i 15° gradi.

Arrivare in questa zona non è facile poiché non ci sono molte segnalazioni. Ma niente paura, ve lo spiego io come fare!

Raggiungere le Mole di Narni

Per giungere in questo laghetto sospeso nel tempo dovrete percorrere  la strada Narni-Nera Montoro-Orte, e lo troverete a poche centinaia di metri da Stifone. E dal momento che, ormai, siete arrivati da quelle parti, non perdetevi per nessuna ragione al mondo un giro nel borgo di Stifone. Sono sicura che non vi deluderà.

borgo stifone in umbria
Stifone vista dall’alto

L’indirizzo preciso a cui arrivare è Strada dello Stabilimento, 05035 Nera Montoro TR. Potrete parcheggiare la vostra automobile lungo le viuzze sterrate e in pochi minuti sarete alle favolose Mole Di Narni.

Ad ogni modo, ci sono dei però di cui è necessario essere consapevoli. 

Perché le Mole di Narni sono pericolose

Due sono i rischi principali di quest’area incredibile dell’Umbria:

  1. C’è pericolo di inondazioni. Il motivo è semplice: questo paradiso si trova a ridosso di alcune centrali idroelettriche che ogni tot. di tempo rilasciano acqua. A segnalare questa eventualità ci sono dei cartelli in cui c’è scritto, però, che il rilascio delle acque viene comunicato con il suono di una sirena. Purtroppo la mia esperienza non è stata esattamente così! Nelle prime ore del pomeriggio, infatti, il livello dell’acqua si è alzato di qualche metro e, sfortunatamente, non ho sentito alcuna sirena risuonare. È stato grazie alle chiacchiere con le persone del posto che ho scoperto che se le turbine idroelettriche vanno in blocco, il rilascio di una gran quantità di acqua avviene anche senza preavviso (come è successo nel mio caso). Di conseguenza, chi sta tranquillamente facendo il bagno viene colpito da un’inondazione che fa aumentare la corrente del fiume e innalzare anche il livello delle acque, come accennavo in precedenza. Durante la mia esperienza non si è verificato un innalzamento esagerato e pericoloso però, ecco, di certo non è stato piacevole.
  2. La seconda “minaccia” fa riferimento proprio alla possibilità di fare il bagno. Queste meravigliose piscine naturali non sono del tutto balneabili. Ma siccome il divieto di immergersi non è segnalato, tutti si tuffano lo stesso! La ragione per cui non si potrebbe fare il bagno è sempre legata al rilascio delle acque dalla centrale, quindi all’inondazione, ma anche all’ inquinamento (forse). Infatti, non è propriamente chiaro se queste acque dai mille colori siano effettivamente inquinate o meno. C’è chi sostiene che si possano addirittura bere, c’è chi dice, invece, che siano contaminate a causa delle industrie chimiche della zona. Insomma, non ci è dato saperlo per il momento! Fatto sta che il solo immergere i piedi mi ha fatto sentire un fastidiosissimo prurito! Colpa della fredda e pungente temperatura dell’acqua? Non lo escludo, ma non posso nemmeno darlo per certo.

Ad ogni modo, mi sono posta la seguente domanda: perché questo divieto di balneazione non viene segnalato come dovrebbe e con annesse spiegazioni per i “forestieri” come me? Forse perché mostrarlo vorrebbe dire far spargere la voce e, di conseguenza, ridurre il flusso delle persone che vengono a far visita a questo luogo incantato?! Onestamente non lo escluderei!

Altri pericoli non ci sono, ma solo l’accortezza di portare con voi qualcosa da bere e da mangiare, poiché la zona non è fornita di alcun servizio.

meravigliose mole di narni
Divieto non segnalo e bagno assicurato

Cosa fare nei pressi delle piscine naturali

Le cose da fare vicino alle Mole di Narni non sono poche. Per esempio, potreste visitare il borgo di Narni che pare essere spettacolare (ahimè, io non ho fatto in tempo ad andare)! Ma se invece siete venuti da queste parti perché avete solo voglia e bisogno di contatto con la natura, questo è il posto giusto per voi, anche per le varie escursioni che si possono fare. Non è un caso, infatti, che io mi sia totalmente rigenerata grazie a questa giornata passata a contatto con Madre Natura in tutte le sue sfumature.

Trekking e Bicicletta

Se siete degli sportivi potreste avventurarvi, sia a piedi, sia in bicicletta nel “percorso delle fonti” o “il percorso delle Gole del Nera”. In entrambi i casi la bellezza vi farà quasi esplodere gli occhi facendovi innamorare delle tonalità spettacolari del fiume, colorazioni dovute alla presenza dei sali di rame.   

fiume nera vicino alle mole di narni
Colori spettacolari del fiume Nera

 

Di seguito vi lascio la cartina del percorso ciclo-pedonale che va dal Santuario Madonna del Ponte fino all’Antico Porto Romano di Stifone.

cartina per percorsi pedonali e in bicicletta stifone
Cartina per passeggiate a piedi e in bicicletta

Che dire ragazzi, la meraviglia è davvero assicurata, sia per la natura, sia per una serie di rovine che si possono incontrare lungo il percorso.

natura e storia mole di narni
Rovine del ponte di Aurelio

Le Mole di Narni sono un paradiso per metà. Ci sarebbe da aprire una polemica sul perché questa zona non sia protetta come dovrebbe e sui motivi per cui, più o meno consciamente, mettiamo a rischio la nostra salute facendo il bagno in queste acque incredibilmente turchesi. Tuttavia, non è questa la sede per farlo.

Ma nonostante ciò io vi consiglio vivamente di passare una giornata in questa perla umbra, perché è davvero di una bellezza strabiliante e rigenerativa. Io sono arrivata nervosa per problemi personali e, grazie alle meraviglie della natura, ho trovato pace e soprattutto mi sono sentita inondata di bello, sensazione che inevitabilmente proverete in questo splendido posto.

Ah, non molto distanti dalle mole ci sono le Cascate delle Marmore e credetemi, la potenza di questi angelici flussi d’acqua vi lascerà senza fiato.

Alla prossima :*

7 risposte a “Una giornata alle Mole di Narni tra spettacolo e pericolo”

  1. Il posto sembra davvero incredibile! La gestione però purtroppo sembra pienamente all’italiana, con tanta ipocrisia, per accontentare un po’ tutti e un po’ nessuno! Come dici tu, perché c’è il solarium se è vietato bagnarsi? Non ho ben capito se c’è anche il sospetto che le acque un po’ inquinate lo siano…A volte ci sarebbe da augurarsi che queste bellezze fossero in un altro Stato, così da essere preservate e valorizzate come meritano!!

    1. Ciao Elisa,

      il posto è davvero eccezionale come pochi altri al mondo. Per quanto riguarda la questione inquinamento non ti so rispondere in maniera reale. Ci sono pareri discordanti al riguardo, anzi, vorrei saperne di più anche io visto che mi piacerebbe tornarci!

  2. Con queste premese non ci vado sicuramente!

    1. Ciao Patrizia,

      sei più andata poi? Io consiglio comunque di andare. Il posto è davvero bellissimo e paradisiaco. Sapendo in precedenza i pericoli possibili sarà più facile evitare problemi.

  3. Ciao Elisa,

    il posto è davvero eccezionale come pochi altri al mondo. Per quanto riguarda la questione inquinamento non ti so rispondere in maniera reale. Ci sono pareri discordanti al riguardo, anzi, vorrei saperne di più anche io visto che mi piacerebbe tornarci!

  4. Che posto meraviglioso! Adoro l’Umbria, ma questa chicca mi mancava e mi piacerebbe molto vederla di persona! Hai fatto benissimo a segnalare anche gli aspetti negativi o particolari, trovo sia molto utile sapere queste prima, per potersi organizzare al meglio!

    1. Ciao Valentina,

      e grazie di cuore! Una perla davvero! Una delle tante incredibili meraviglie dell’Umbria. Mi auguro che presto si faccia chiarezza sulle questioni critiche, in modo da rendere questo luogo straordinario ancor più magico e confortevole.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: