Come visitare il Grand Canyon + 10 curiosità

grand canyon arizona

Dopo aver guidato nel tratto più bello della Route 66, tra i miei sogni a stelle e strisce c’era quello di visitare i meravigliosi parchi naturali dell’Arizona. L’Arizona è uno scrigno di meraviglie incantevoli. Un susseguirsi di tesori creati da Madre Natura che si rivelano sempre migliori rispetto a come ognuno di noi se li era immaginati. Il primo sito che ho avuto il piacere di visitare è stato lo spettacolare ed unico Grand Canyon. Avevo solo un giorno a disposizione ed ho dovuto fare delle scelte essenziali per poter vivere nella miglior maniera possibile questo sensazionale parco. Sono qui, dunque, a darvi una serie di suggerimenti su come visitare il Grand Canyon in poco tempo e sì, vi parlo anche di qualche curiosità interessante!

Com’è nato il Grand Canyon

come nasce il grand canyon

È vero, il Grand Canyon è così grandioso che appena lo si vede si viene invasi da una forza unica. Del resto siamo di fronte a una delle 7 Meraviglie Naturali del Mondo. Siamo davanti a un qualcosa che si è generato in così tanti anni di erosione che pare quasi impossibile che esista. Un quadro! Quando ci ritroviamo al Grand Canyon la sensazioni è quella di essere stati catapultati in un quadro dalle profondità straordinarie e dai colori perfetti. E invece no! È una roba vera e creata dalla potenza della natura. Ma come?

Sono tantissimi i misteri legati alla formazione del Grand Canyon. Anni e anni di studi che non hanno ancora portato a una teoria definitiva. Tuttavia, ci sono diverse ipotesi. Io vi racconterò la più accreditata dividendovi, però, la storia in 4 fasi cercando di semplificare la questione il più possibile.

1. Le montagne

usa parco naturale

Questo spettacolare luogo dell’Arizona conta ben 2 miliardi di anni di storia. Si sostiene che in origine, al posto del Grand Canyon, ci fossero montagne che raggiungevano i 9600 metri altezza. Furono glaciazioni e disgeli a formare le conosciute spaccature sui fianchi delle montagne, anche a causa delle numerose inondazioni che avvennero più volte nell’intera area.

Come vi dicevo prima sono anche i colori ineguagliabili che lasciano senza fiato quando si visita il Grand Canyon. Tonalità che fanno riferimento a 3 diversi strati rocciosi (anche questi ampiamente evidenti) che corrispondono a inondazioni avvenute in differenti epoche.

2. Attività Vulcanica

cosa vedere al grand canyon
Foto di Cristine Roy da Unsplash

Non solo inondazioni, sulle rocce sono individuabili anche chiari segni incisi dalle diverse attività vulcaniche. Fenomeni avvenuti circa 725000 anni fa e che hanno lasciato colate di roccia scura visibili tuttora a occhio nudo. L’ultima eruzione è stata registrata circa 100000 anni fa, ma alcuni geologi sostengono che in questa area esistano vulcani ancora attivi.

3. L’Altopiano

grand canyon curiosità
Altopiano Grand Canyon

A seguito delle eruzioni vulcaniche, l’acqua lasciata dalle inondazioni si ritirò dando alla luce una pianura gigantesca. Le collisioni delle placche portarono, in seguito, all’innalzarsi di un Altopiano.

4. Formazione del Canyon e fiume Colorado

fiume colorado arizona
Fiume Colorado

Il Fiume Colorado iniziò la sua attività di erosione 5 milioni e mezzo di anni fa (pochi, se pensiamo alle effettive origini del Canyon). Il fiume, durante il percorso, portò con sé rocce e detriti andando a modellare magistralmente l’altopiano. Alcuni studi sostengono che il Canyon sia stato scavato a una velocità di 200 metri ogni milione di anni, che corrispondono a circa 3 centimetri ogni secolo. Un tempo notevole per quanto riguarda la geologia che spiegherebbe anche la maestosità del luogo. Tuttavia, le domande ancora senza risposta sono numerose. Ciò che di certo abbiamo è che il Grand Canyon è in perenne trasformazione.

Come visitare il Grand Canyon: la scelta dei percorsi

percorsi parchi americani

Ci vorrebbero 3 giorni per visitarlo quasi completamente, ma mi rendo conto che, spesso e volentieri, non è possibile. Ad ogni modo, ci sono 3 percorsi che possiamo valutare e scegliere in base alle nostre esigenze di viaggiatori; il North Rim, il South Rim e il West Rim.


Suggerimento: se avete poco tempo sceglietene solo 1. I percorsi si trovano a notevole distanza l’uno dell’altro.


North Rim

percorso north rim

Si trova a 2500 metri di altitudine e regala vegetazione più rigogliosa rispetto agli altri percorsi. È perfetto per tutti coloro che desiderano fare un viaggio zaino in spalla e che preferiscono i posti più silenziosi. Non ci sono, difatti, musei autobus o quant’altro. Nel versante nord si viene soprattutto per fare enormi camminate tra i suoi sentieri come il Bright Angel Point, Widforss Trail, Cape Royal Trail e il North Kaibab Trail. Tenete in considerazione, però, che questo tratto chiude nei mesi invernali e che per tornare indietro a piedi il tempo di percorrenza diventa quasi il doppio rispetto all’andata.

South Rim

punto mojave grand canyon

È in questa sponda (fatta anche da me) in cui vengono ad osservare il Grand Canyon la maggior parte dei turisti. Conta molti più punti panoramici rispetto al versante nord e, a detta di molti, è anche il percorso più bello. Ci sono diverse strutture ricettive: hotel, ristoranti, punti informativi, negozi etc. E la zona migliore in cui ammirare questa meraviglia della natura è il Desert View. Una torre fatta in pietra e adornata con murales che rappresentano leggende indiane. Posso assicurarvi che lo spettacolo da lassù lascia davvero senza parole. Ah, c’è anche un servizio di navette gratuite per visitare questo tratto di parco.

West Rim

Skywalk grand canyon percorso
Skywalk, foto di Stan Lawrimore da Unsplash

Il percorso in assoluto più mozzafiato di tutto il parco. È qui che si trova, infatti, una passerella panoramica denominata Skywalk. Potrete sedervi, sdraiarvi e fare tutte le foto possibili con vista Grand Canyon.

Come visitare il Grand Canyon: quali attività fare

tramonto grand canyon da vedere
Tramonto

Vi ho parlato dei 3 percorsi che esistono e che vi possono essere utili per scegliere come visitare il Grand Canyon in autonomia. Tuttavia, è possibile perdersi in questo sbalorditivo parco naturale americano anche in altre maniere. Ci sono tour in jeep, in pullman, escursioni sempre a piedi ma con agenzie specializzate, gite in elicottero, in barca, il rafting del Fiume Colorando etc. Insomma, sono davvero moltissime le possibilità di visita in questo posto pazzesco. A questo proposito vi lascio il sito ufficiale del Grand Canyon, in modo che possiate scegliere e valutare se affidarvi a tour organizzati o fare il tutto per contro vostro.

Come visitare il Grand Canyon: pernottamento

grand canyon panorama colori

Avrete entrambe le possibilità: alloggiare nelle vicinanze oppure direttamente dentro al parco. Non è necessario soggiornare all’interno, anzi, passare la notte nelle cittadine limitrofe consente anche di spendere meno e, magari, cambiare all’ultimo idea sul percorso da fare per visitarlo. Certo, la vista che vi ritroverete di fronte appena svegli sarà diversa se alloggerete fuori, ma per esperienza personale non vale la pena spendere i miliardi per dormire all’interno del parco nazionale. Ma insomma, conoscete voi le vostre volontà e necessità. Ricordatevi solo quello che vi ho detto in modo da fare una scelta ponderata, e che se deciderete di soggiornare all’interno del parco conviene prenotare con molto anticipo.

10 curiosità interessanti sul Grand Canyon

natura arida grand canyon
  • PERCHÈ SI CHIAMA GRAND CANYON: il nome iniziale era “Kaibab” che tradotto vuol dire “montagna a testa in giù”. Fu tra il 1891 e il 1892 che un veterano fece tutto il percorso del fiume ribattezzando la vallata Grand Canyon;
  • NON È IL PIÙ GRANDE DEL MONDO: nonostante la sua estensione di 446 km di lunghezza e i suoi 1857 metri di profondità, il primato come Canyon più grande del mondo va al Canyon di Yarlung, nel sud del Tibet per la profondità, e in grandezza alla Valle di Capertree in Australia;
  • NEL GRAND CANYON VIVONO PERSONE: c’è un villaggio chiamato Supai Village in cui vive la tribù Havasupai. Questo è raggiungibile solo a piedi, su un mulo e in elicottero;
  • LE CASCATE DI HAVASU: si trovano nei pressi del villaggio di cui ho scritto sopra e sono di un turchese scintillante grazie alla presenza di  calcio carbonato e di magnesio;
  • PHANTOM RANCH: un posto degli Stati Uniti in cui la posta viene consegnata direttamente dagli asini. Inviare una cartolina da qui vorrà dire riceverla con un francobollo con su scritto “carried by mule from the Grand Canyon“;
  • GRAND CANYON MUSIC FESTIVAL: ogni anno durante il mese di Settembre viene celebrato il Grand Canyon Music festival presso la Windows Rock;
  • C’È UN CIMITERO: partendo dal centro visitatori e seguendo le indicazioni per Shrine of the Age è possibile raggiungere e visitare il cimitero del Grand Canyon;
  • È STATO ATTRAVERSATO SU UNA CORDA DA UN EQUILIBRISTA: un uomo di nome Nik Wallenda ha camminato su un filo e senza protezioni lungo il Grand Canyon. Una passeggiata di 23 minuti trasmessa in tutto il mondo;
  • È POSSIBILE ANCHE SCIARE: si può effettuare quello che è conosciuto come il cross country ski, una pratica che consiste nel trasportare gli sci a piedi senza usufruire di eventuali impianti;
  • QUI C’È UN CRATERE DI ORIGINE METEORITICA: è il più famoso del mondo, l’unico riconosciuto come cratere meteoritico e si trova nei pressi di Flagstaff nel Grand Canyon. Un abisso profondo ben 170 metri;

grand canyon come visitarlo

Sono dell’idea che nessuna di queste foto e parole potrà mai prepararvi all’immensità e spettacolarità di questo parco dell’Arizona. Niente gli rende giustizia e le parole non sono assolutamente in grado di descriverlo come meriterebbe. Per cui non vi resta che pensare bene a come visitare il Grand Canyon, perché sono certa che questa meraviglia vi lascerà davvero senza parole come pochi altri posti al mondo.

Alla prossima :*

6 risposte a “Come visitare il Grand Canyon + 10 curiosità”

  1. I paesaggi del Grand Canyon li posso immaginare per il momento come un luogo da film, così spettacolari da lasciarti senza parole (complimenti per le foto tra l’altro perchè sono bellissime).
    Prima o poi mi piacerebbe molto visitarlo!

    1. Ciao,

      e grazie. Ti auguro davvero presto di avventurarti in questa zona degli Stati Uniti. Uno spettacolo incredibile e assicurato!

  2. Che meraviglia! Il mio fidanzato apprezza moltissimo questi paesaggi e sono uno dei suoi sogni. Sicuramente vorrebbe stare nell’hotel di South Rim e riuscire a visitare quanto più possibile. A me interessa l’escursione in elicottero, un’esperienza imperdibile.

    1. Ciao Veronica,

      effettivamente mi dispiace un po’ non aver fatto l’escursione in elicottero! Deve essere veramente pazzesca!

  3. Mi ha sconvolto la maestosità del Gran Canyon: credo sia il panorama più forte che io abbia mai visto. Ti colpisce come un pugno. Meravigliose le stratificazioni che ti raccontano la storia del mondo. Incredibile.

    1. Ciao,

      sono d’accordo con te! Anche se onestamente a me ha più sorpreso l’Horseshoe Bend 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: