A Viterbo per una giornata con vista Mozzafiato

In macchina da Roma a Viterbo per una giornata in città

La mia vita da espatriata mi “costringeva” a tornare a casa per un tempo limitatissimo e infatti, quei fine settimana in cui potevo, rientravo a Viterbo solo per una giornata. O meglio, stavo quasi 72 ore, ma tra i ritardi vari dell’aereo e altre situazioni da risolvere, il tempo vero e proprio che potevo dedicare alla mia città natale era di un solo giorno.

Questo anche perché i collegamenti con i mezzi da Roma a Viterbo, e viceversa, sono praticamente inesistenti🙄.

Ho deciso, quindi, di scrivervi una serie di informazioni utili a visitare Viterbo per una giornata. Dimenticate i mezzi pubblici perché sono una tragedia. Meglio avere un’automobile a disposizione, e se non la avete (o non la volete prendere per scelta), vi consiglio di consultare il sito di EasyTerra.

Tramite questo portale potrete comparare le tariffe delle varie società che si occupano di autonoleggio scegliendo la soluzione a voi più consona. Un sistema che in maniera molto chiara e lineare permette di confrontare i vari prezzi tenendo in assoluta considerazione la qualità del servizio stesso. Il sito è molto facile da utilizzare e questa società ha ormai fornitori in più di 7000 sedi in tutto il mondo. Una passeggiata, insomma 😊!

Ma al di là della mancanza di mezzi efficienti, vi consiglio di prendere la macchina per poter godere appieno della meravigliosa strada panoramica che collega Roma e Viterbo. In fondo si sa, con un’auto è possibile fermarsi, scattare foto, rilassarsi e fare quel che si vuole!

La strada panoramica che collega Roma e Viterbo

vista dalla strada Tra Roma e Viterbo
Cassia Cimina e il suo spettacolare Panorama

La distanza tra Roma e Viterbo è di 92 chilometri. All’incirca 1 ora e mezza di cammino in macchina. Onestamente non è che tutti i 92 Km siano spettacolari 😅, ma con un po’ di pazienza arriverete in una parte che sono sicura non vi deluderà.

Da Ciampino dovete prendere il Grande Raccordo Anulare in direzione Cassia Bis. Proseguite un po’ su questa strada fino al momento in cui dovrete girare a Nepi in direzione della Cassia Cimina, e sarà proprio qui che i vostri occhi verranno ripagati notevolmente.

Questa strada attraversa vari paesi del Viterbese che meritano una visita tra cui, per esempio,  Caprarola e Ronciglione. Ma in particolare questa strada costeggia la riserva naturale del Lago di Vico, ovvero uno dei laghi più integri di Italia. Un lago di origine vulcanica che ancora ne conserva la forma, e con una flora e fauna che non ha nulla da invidiare alla vicina Toscana.

riserva naturale lago di vico
Riserva Naturale del lago di Vico e la Sua Flora

Un paesaggio che, tra l’altro, muta con il cambiare delle stagioni. Ovviamente il tutto è condito anche da ristorantini tipici  e spazi per prendere il sole💃🏖.

Proseguendo sulla strada sopra citata vi ritroverete poi a San Martino al Cimino -frazione di Viterbo- con un centro medievale piccolissimo, ma che merita una sosta.

Infine arriverete a Viterbo.

Cosa fare in una giornata nella città dei Papi parte 1

Ma cosa fare a Viterbo per una giornata? E chi meglio di una originaria proprio di questa città ve lo può dire?😎

Partiamo dal presupposto che Viterbo è un borgo dalle origini piuttosto antiche. Infatti, è di derivazione etrusca ed è stata anche sede pontificia per circa 24 anni (1257 al 1281). Il centro storico è circondato da ben quasi 4 km di mura  e al suo interno contiene varie bellezze storico-culturali tra cui il borgo medievale più grande d’Europa.

Se potessi visitare Viterbo in un giorno io farei esattamente il seguente itinerario:

  • Entrate da Porta Romana. 
Una giornata a Viterbo con entrata da Porta Romana
Porta Romana, una delle entrate di Viterbo

Porta Romana è uno degli ingressi veri e propri della città vecchia. Per me che ho vissuto per anni a Viterbo questa Porta non ha mai avuto una reale importanza, ma posso immaginare un visitatore che se la ritrova di fronte per la prima volta. Non può fare altro che rimanere ammaliato dall’imponenza delle stessa e dalla bellezza dell’architettura medievale.

Una volta entrati all’interno della bella Porta Romana, fate una sosta nella Chiesa di San Sisto. Oltre ad essere una delle chiese più antiche del capoluogo della Tuscia, è anche un edificio religioso che mantiene un fascino decadente e allo stesso tempo maestoso. Decadente perché non è ricca di opere d’arte in quanto sono andate perse durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale, maestosa a causa delle sue arcate e delle numerose scale utili a raggiungere l’altare.

Dopo aver visitato questa bella Chiesa, vi suggerisco di proseguire lungo Via Cavour e fermarvi in

  • Piazza Fontana Grande per ammirare una delle tante fontane presenti nella ridente cittadina dell’Alto Lazio. Proseguendo arriverete diretti in
  • Piazza del Plebiscito, generalmente conosciuta coma “Piazza del Comune”.
Piazza del Plebiscito Viterbo
La piazza del Comune di Viterbo

Vi consiglio una visita d’insieme della bella Piazza, per ammirare lo stemma della cittadina, i due leoni (simbolo di Viterbo)  scolpiti in una pietra chiamata “nenfro”. E infine un salto al più importante edificio della piazza: il “Palazzo dei Priori”.

Meraviglioso e ancora intatto il porticato: entrate, rilassatevi nelle panchine di peperino e godetevi il bel panorama che questa cittadina collinare è in grado di offrire.

Alzate poi gli occhi al cielo per ammirare la loggia del Palazzo dei Priori. A quel punto addentratevi nelle scale e godetevi le diverse e bellissime sale ricche di illustrazioni che raccontano fatti storici e mitologici che riguardano la nascita di Viterbo.

Continuando la vostra gita a Viterbo in un solo giorno, vi consiglio di spostarvi verso la bella

  • Piazza della Morte. Nome un po’ spettrale😅, ma la piazza vi farà pensare a ben altro una volta che la avrete raggiunta. Prima di arrivare vi consiglio una sosta in un’altra delle Piazze che vi troverete sulla sinistra e che è, forse, una delle mie preferite della cittadina: Piazza del Gesù.
Piazza del Gesù di Viterbo
Piazza del Gesù

Non so dirvi esattamente perché, sarà forse per la ottima prospettiva del posizionamento della Chiesa di San Silvestro (uno dei patroni della città) e dall’antica fontana, ma la trovo estremamente deliziosa. In più la piazzetta è ricca di ristoranti e localini in cui mangiare cose tipiche. Perché non fare una pausa rigenerante con questo bel panorama😋?

Vi consiglio poi di proseguire proprio verso

  • Piazza della Morte. Macabra di nome, ma un piacere vero e proprio per la vista. Anche in questa piazza troverete una “classica” fontana del viterbese con la forma a “Fuso” realizzata in peperino. Vi raccomando anche una visita della Viterbo sotterranea, ovvero una serie di gallerie che si estendono sotto il centro storico e che conducono fin oltre la cinta muraria.

Una volta fatta questa visita, proseguite verso lo spettacolare

  • Duomo Di Viterbo. Spettacolare –soprattutto per chi ama l’architettura medievale- è un aggettivo che non riesce a contenere la bellezza di questa zona e delle sue attrazioni.  È proprio in piazza San Lorenzo, infatti, che potrete ammirare i siti più importanti della città:l a Cattedrale di San Lorenzo, il Museo del Colle del Duomo e il celebre e meraviglioso Palazzo dei Papi. Un insieme di intrecci di archi a sesto acuto da cui è possibile vedere un incantevole panorama di Valle Faul.
Il palazzo dei Papi a Viterbo per una giornata in cittá
Viterbo, Palazzo dei Papi
La piazza del Duomo di Viterbo
Piazza del Duomo
La cattedrale di san lorenzo
L’imponente cattedrale di san Lorenzo da Viterbo

Dopo aver visitato la bellissima piazza, in cui è contenuto il  Polo Monumentale Colle del Duomo, vi consiglio di tornare verso Piazza della Morte per una bella e gustosa pausa pranzo.

Cosa fare in un giorno nel Capoluogo della Tuscia parte 2

Dopo aver riempito i vostri preziosissimi stomaci, la vostra a gita a Viterbo per una giornata deve proseguire verso il famigerato e bellissimo quartiere di

  • San Pellegrino.

In questo splendido rione si possono ammirare case dotate di profferlo, ovvero,  la scala a vista tipica dell’architettura viterbese. Questo quartiere, tra l’altro, é situato anche lungo il percorso della Via Francigena

Viterbo per una giornata per ammirare le scale a Profferlo
Esempio di Scala a Profferlo di Viterbo

Dopo aver passeggiato tra i bei palazzi nobiliari del quartiere vi suggerisco di perdervi per i vicoli del centro con l’obiettivo di raggiungere il

  • Corso Italia per fare, magari, degli acquisiti e per ammirare la bella Piazza delle Erbe con la sua fontana sempre a “fuso” e poco dopo la Chiesa del Suffragio.

Dopo aver visitato queste due attrazioni, continuate verso

  • Piazza Verdi. Ma prima di arrivare in questo grande spiazzo -meglio conosciuta come “Piazza del Teatro“- girate sulla destra e salite un po’ fino ad arrivare alla Casa di Santa Rosa.
  • Santa Rosa è l’altra patrona della città, la più importante, quella più amata e che viene celebrata ogni 3 settembre con una festa che è anche Patrimonio Unesco.

Dopo aver visitato l’antica dimora di Rosa, proseguite verso la Basilica della stessa. Noterete subito la sua cupola posta in cima ad una salita -con una pendenza del 14%-. Visitate la bella Chiesa, se volete il corpo della Santa e poi ripartite in direzione Piazza del Teatro.

  • In Piazza del Teatro potrete vedere uno dei più bei teatri ottocenteschi (il Teatro dell’Unione) e l’ altrettanto elegante Biblioteca Comunale.  A quel punto, la vostra passeggiata a Viterbo, continuerà in salita (ehhh, purtroppo Viterbo è una città collinare con numerosi saliscendi😅) verso Piazza della Rocca.
  • E che bella Piazza della Rocca!!!
Piazza della Rocca di Viterbo per una giornata
La fontana di Piazza della Rocca e Porta Fiorentina sullo sfondo

Vedrete subito una notevole fontana monumentale, la maestosa Porta Fiorentina (una delle 13 porte presenti in città) e il signorile Palazzo Grandori. Passeggiate in zona e magari mangiatevi anche un bel gelatino seduti in una delle panchine presenti in. Proseguite, infine, verso l’enorme

  • Piazza dei Caduti, conosciuta come “Sacrario“.

Andate fino in fondo alla piazza e godetevi il tramonto con vista Duomo Di Viterbo.

Duomo di Viterbo in un giorno
Il Duomo di Viterbo Visto da Valle Faul

Sarà il modo perfetto per concludere questa passeggiata a Viterbo per una giornata.

Chiaramente, se avrete la possibilità di tenere la macchina per più giorni, le cose da vedere nei pressi di Viterbo sono tantissime, come per esempio: Il Parco dei Mostri a Bomarzo o addirittura la famigeratissima Civita di Bagnoregio. E soprattutto, da non dimenticare che Viterbo ò  una meravigliosa città Termale!  Vi lascio informazioni relative alle Terme dei Papie al Bagnaccio di Viterbo!


Un ringraziamento speciale va al mio amico Francesco Vecchio che ha fatto questa passeggiata a Viterbo con me scattando anche le bellissime foto che vedete in questo post. Grazie di Cuore Fra’.

E con voi ci sentiamo alla prossima 😘

45 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: