Una notte nel Wadi Rum informazioni utili

tutte le unformazioni utili per andare al wadi rum

Le conservo ancora con ardore le emozioni che ho vissuto nel Wadi Rum. Un’esperienza che dire eccezionale significa sminuirla. Un’avventura davvero colma di meraviglie naturali, sorrisi e generosità. Lo dico spesso: il Wadi Rum ha migliorato la mia vita e sotto numerosi aspetti! Sono così tante le sfaccettature di me stessa arricchite che continuo ininterrottamente a coglierne i frutti. Per cui se siete in Giordania il suo deserto rosso deve essere una tappa obbligatoria nel vostro itinerario. Lo dico con estrema convinzione! E proprio per questo sono qui a scrivere questo post in cui vi racconto di questo straordinario ambiente e, inoltre, vi lascio anche una serie di informazioni utili per il Wadi Rum e per vivere al meglio ogni singolo istante in questa indimenticabile gemma giordana.

Wadi Rum informazioni utili: com’è fatto il Deserto della Giordania

Il Wadi Rum è, probabilmente, una delle zone più favolose di tutto Il Medio Oriente. Per me era la prima volta in un deserto e nella mia immaginazione questo doveva essere un susseguirsi di desolazione e dune di sabbia. Insomma, credevo che i deserti fossero tutti più o meno come il Sahara, ma la verità è che mi sbagliavo di grosso. Considerate che tradotto in italiano “Wadi Rum” vuol dire “Valle della Luna“. Solo dal nome avrei dovuto capire che la conformazione di questa area è decisamente più intrigante rispetto a quella del “classico” deserto. Eppure, lì per lì, non ci ero arrivata!

rocce deserto giordano
Le rocce del Wadi Rum

Quello di cui possiamo godere quest’oggi è il risultato di milioni di anni di vivaci movimenti tettonici e venti, che ci hanno restituito delle gigantesche strutture rocciose paragonabili a enormi monumenti. Il Wadi Rum, infatti, è il deserto più esteso di tutta la Giordania e conserva diverse vette di cui Jebel Rum, ovvero la cima più alta del deserto con ben 1754 metri di altezza. Ma anche canyon, montagne, incisioni rupestri, gole e sabbia che assumono differenti tonalità di colore in base al sole.

Un po’ do storia sul Wadi Rum

Sono convinta che avere un po’ di informazioni utili sulla storia del Wadi Rum sia importante al fine di comprendere meglio la straordinaria importanza di questo luogo della Giordania. Pensate che questa zona è totalmente tutelata dal governo giordano ed è patrimonio dell’umanità Unesco dal 2011. Dalle rilevazioni effettuate risulta che questo territorio fosse abitato già dalla preistoria. Sono 30.000 le incisioni che sono state ritrovate e che risalgano ad oltre 4000 anni fa.

incisioni rupestri nel deserto giordano
Le incisioni al Wadi Rum

I popoli che realizzarono questi solchi furono i Thamudeni e poi i Nabatei. Ma il Wadi Rum raggiunse il suo periodo di massimo splendore durante il secolo scorso grazie all’ufficiale britannico Lawrence d’Arabia il quale solcò questo deserto durante la rivolta araba (1916-1918).

Come arrivare al Wadi Rum: informazioni utili

Al Wadi Rum ci sono arrivata perché ero tour leader di un viaggio pazzesco organizzato dai ragazzi di BHS Travel Advisor. Io e il mio gruppo avevamo macchine a noleggio per spostarci in tutta la Giordania. Siamo partiti da Petra (che tra l’altro abbiamo amato follemente) e nel giro di un paio d’ore siamo giunti nel deserto rosso. Consiglio vivamente l’automobile per spostarsi in questo paese del Medio Oriente, soprattutto in quei casi in cui il tempo a disposizione è davvero limitato. Ma in generale sarebbe meglio avere una macchina perché la Giordania è una nazione relativamente piccola e la facilità di spostamento nelle strade è abbastanza elevata. Nel caso in cui non fosse possibile attuare questa soluzione, potrete informarvi su gite organizzate dalla vostra città di partenza o, eventualmente, utilizzare un taxi. Insomma, ci sono varie alternative, ma a mio avviso l’automobile è il mezzo più rapido, utile e indipendente.

Quando andare nel deserto giordano

Vi dico subito una mia caratteristica che, volente o nolente, pregiudica la scelta delle mete e dei periodi dei miei viaggi. Io non sopporto il freddo! Non solo lo vivo male e sto scomoda con tutti quei vestiti addosso,ma mi ammalo anche con molta facilità. Per cui, secondo me, il periodo migliore in cui andare è quello di primavera-estate. Ad ogni modo, le temperature sono molto gestibili durante tutto l’anno. Di seguito tutte le informazioni utili sul clima del Wadi Rum per capire quando andare.

avere freddo nel deserto
Indovinate chi aveva freddo all’alba nel deserto?

Primavera o Autunno

Io sono andata in piena primavera e devo dire che delle condizioni atmosferiche rigide ne ho risentito solo all’alba. Per il resto, in entrambe le stagioni, le temperature variano tra i 25 e i 30 gradi di giorno, e i 15 e i 20 la notte. Insomma, quasi (sì, preferirei un po’ più di caldo) il mio habitat ideale! Ah, potrebbe capitare di incontrare un po’ di pioggia.

Estate

Devo scriverlo perché mi rendo conto che per le persone con una temperatura corporea umana (quindi non la mia) in questo periodo il Wadi Rum diventa quasi insopportabile.


Non per me! Per la sottoscritta sarebbe perfetto!


Le temperature di giorno tendono a superare gli insopportabili (?!) 40°. Inoltre, la totale assenza di precipitazioni secca l’ambiente circostante, a tal punto da poter vivere la vera e propria sensazione arida dei deserti.

Inverno

Ecco, l’inverno io non lo avrei proprio considerato! Ma la verità è che noi Europei siamo abbastanza abituati a queste temperature. Il giorno i gradi oscillano tra i 15 e i 20. Di notte, soprattutto a Gennaio, la colonnina delle temperature può scendere fino ai 0° centigradi. Ma nel complesso possiamo dire che questo territorio è tranquillamente visitabile durante tutto l’anno.

Wadi Rum informazioni utili: cosa fare nel deserto

deserto giordano in jeep
In pick up nel deserto

Ve lo ho già detto che questo deserto è differente rispetto agli altri. È spettacolare sul serio, e qualsiasi cosa decidiate di fare vi lascerà con un grande bagaglio esperienziale. Ci sono un sacco di tour organizzati, in 4×4 o in cammello. Noi lo abbiamo vissuto in pick-up, ammirandolo dal cassone della macchina e, onestamente, credo che sia il modo migliore, sia per evitare di sfruttare troppo i cammelli, sia per comodità e rapidità.

  • Avrete la possibilità di riempirvi dei colori rossastri e arancioni che regalano i tramonti. Spettacolari è dire poco Una mezz’ora circa di meraviglie naturali che vivrete nel bel mezzo del deserto. Vedrete il sole “coricarsi” dietro le montagne giordane;
tramonto giordania deserto
Le rocce al tramonto
  • Potrete vedere il Canyon Al-Khazali. Una gola eccezionale che avrete la possibilità di percorre anche a piedi per un piccolo tratto. Sarà qui che incontrerete alcune delle incisioni rupestri di cui vi parlavo sopra. Più precisamente ammirerete scritture e disegni del IV sec. a.C (periodo islamico);
disegni su roccia nel deserto
Incisioni rupestri
  • Il ponte di roccia Um Fruth. Davvero bellissimo e facile da scalare.
um fruth wadi rum informazioni utili
BHS Travel Advisor sul ponte Um Fruth
  • Il Burdah Bridge Viewpoint,un ponte fatto di rocce e una più bella dell’altra. Mi han detto che è anche possibile scalarlo con delle guide, ma onestamente non ne ho certezza;
burdah bridge wadi rum informazioni utili
  • Le Dune di Sabbia. Sì, anche se poche ci sono e pure abbastanza alte;
informazioni utili wadi rum dune di sabbia
  • L’alba del deserto. Sì, sarà freddo, ma volete mettere veder sorgere il sole tra le rocce del Wadi Rum?
vedere alba wadi rum informazioni utili
L’alba nel deserto
  • Le stelle! Durante la notte silenziosa del deserto. Ma di questo ve ne parlo meglio nel prossimo paragrafo.
notte e stelle nel wadi rum
Le stelle nella notte del Wadi Rum

Passare la notte nel Wadi Rum: informazioni utili

Un’esperienza che vi consiglio davvero di fare è quella di soggiornare presso uno dei tanti campi beduini che ci sono nel Wadi Rum. Innanzi tutto scoprirete un popolo estremamente sorridente e gentile, e poi avrete modo di condividere con loro momenti di vita, tradizioni, il cibo tipico, le modalità di cottura delle pietanze e chiacchiere diverse e interessanti. Sarà un qualcosa di formativo e piacevole che porterete sempre con voi.

beduini giordania come cucinano
Beduini ai fornelli

Ma in particolare vi suggerisco di passare la notte nel deserto giordano perché la bellezza del cielo vi entrerà nell’anima per non lasciarla più. Stelle grandi e luminose ad ornare un un cielo oscuro e in un contesto silenzioso e magico. Credetemi che amerete follemente ritrovarvi in questa incantevole e mistica situazione.

magica notte wadi rum informazioni utili
La magia della notte nel deserto giordano

Per sicurezza portatevi una torcia da casa, per il resto ormai, anche nei campi beduini potrete trovare connessioni internet, prese elettriche e i vari comfort necessari.

Perché la visita al Wadi Rum ha migliorato la mia vita

Come vi ho accennato nell’introduzione di questo blog post, questa escursione nel deserto giordano ha suscitato in me molti turbamenti positivi. Vi ho anche detto che ne sto tuttora raccogliendo i frutti, per cui non sono ancora in grado di spiegarvi completamente tutto quello che ho vissuto e provato. So per certo che ho conosciuto un popolo, quello dei beduini, bellissimo e disponibile. Che queste persone mi hanno insegnato un altro genere di vita e che dentro di me ho pensato “Ah però! Non ci vivrei, ma una settimana con voi e come voi me la farei volentieri“.

beduino che vive nel wadi rum
Un beduino mentre ci scatta una foto

Poi so che ho scoperto un deserto atipico, grandioso e in grado di colorarsi di calde sfumature diverse durante l’arco della giornata. Inoltre, so che ho solcato un suolo ricco di storia e di una bellezza sconfinata ed eccezionale. So anche che ho visto panorami pazzeschi che mi hanno trasmesso un infinito senso di libertà che credevo si potesse provare solo di fronte al mare. E poi so che ho toccato con mani e piedi la sabbia del deserto. Che ne ho vissuto la notte, il giorno, il tramonto e il sorgere del sole. Che me ne sono innamorata! Della sua immensità, della sua pace, della sua natura scultorea, dei suoi colori focosi, della sua gente educata e del suo infondere costantemente armonia interiore.

tutte le informazioni utili per il wadi rum giordania
La pace del deserto

Se doveste aver bisogno di altre informazioni utili sul Wadi Rum non esitate a commentare questo post per chiedermele. Sarò felice più che mai di rispondervi. Perché penso davvero che questa valle della Giordania sia un capolavoro della natura. Uno di quelli che non deve assolutamente mancare in un viaggio in questa terra del Medio Oriente. Ma in generale il deserto del Wadi Rum è un luogo in cui mettere piede almeno una volta nella vita. Perché è suggestivo da morire, ma soprattutto di una vastissima bellezza.

tutte le info utili per il wadi rum
Un saluto dal Wadi Rum

Alla prossima :*

6 risposte a “Una notte nel Wadi Rum informazioni utili”

  1. Sto leggendo con interesse i tuoi articoli sulla Giordania, luogo che voglio visitare presto. Bellissimi i colori intensi del deserto. In qualche foto ho visto una leggera somiglianza con la Valley of Fire del Nevada. Splendido davvero!

    1. Ciao e Grazie mille,

      non sono ancora stata alla Valley of Fire, ma posso dirti per certo che il Wadi Rum è eccezionale! E sì, visitala davvero presto la Giordania perché è una terra meravigliosa sotto numerosi aspetti!

  2. Mi sono imbattuta nel tuo post proprio al momento giusto… Tra pochi giorni parto infatti per la Giordania ed il Wadi Rum sarà ovviamente una delle tappe del’on the road!

    1. Ciao Maria Grazia,

      sono certa che te ne innamorerai follemente come è successo a me! Buon viaggio, buon deserto e buona Giordania 🙂

  3. Il deserto è un’esperienza che consiglio a tutti nella vita, per me si è realizzata nel deserto del Thar, in India. Adesso sono più concentrata sul Medio Oriente e la Giordania è tra le prossime mete papabili. Mi rosico ancora i gomiti per aver perso un’offerta aerea favolosa.

    1. Ciao Sara,

      le offerte sono in continuo rinnovo, per cui capiterà sicuramente un’altra occasione 😉 Il Deserto, come dico nel post, a me ha migliorato la vita. Un luogo in cui andare assolutamente 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: